Pubblicato in: Libri

I quaderni botanici di Madame Lucie- lettura a metronomo…

Sto leggendo questo romanzo da qualche ora, l’autrice è Mélissa Da Costa, una giovane ragazza che si occupa di comunicazione in ambito energetico e climatico.

Il romanzo in sé custodisce una trama sofferta che trova nel personaggio principale tutti i colori dell’abbandono: sopravvivere a, senza vivere di, per parafrasare l’idea con l’utilizzo di poche ma schiette parole.

La scrittura l’ho paragonata a un metronomo battente, per non dire insistente. Avete presente quando la punteggiatura diventa una sorta di ritmo quasi dattilografato? Frasi corte, e tum tum tum tum tum… Arriva quasi a batterti in testa, cosa che auspico si dissolva andando avanti. La lettura telegrafica dopo un pò diventa veramente impegnativa almeno per quelli come me che a una certa hanno necessità anche di una virgola e magari una briciolina di sintassi condita.

Staremo a vedere, al momento i tamburi viaggiano a ritmo serrato, all’interno di una vicenda che chiude la luce del sole aldilà delle imposte e non dà luogo, figurato, a inutili dialoghi.

“Per essere felici non si deve nascondere la tristezza”… 😉

Foto personale

Pubblicato in: Pensieri liberi

WordPress Covizzato? Avviso⚠️

Mi sono accorta poc’anzi che ho qualche problemino legato al link del blog, non vorrei che avendo un https intitolato SERENITÀ INTERIORE, e un nome visibile al pubblico diverso, DARKRAINBOW, si incasini il tutto. Da cosa sto leggendo in altri blog ci sono problemi per molti, chi non riesce a commentare, chi a pubblicare, chi non riceve più le notifiche e chi non può utilizzare l’editor a blocchi. Dunque e mi scuso, mi vedo costretta a ripristinare il nome in linea con il mio https Serenità interiore, onde evitare altri danni. Per giorni non ho visto i miei post pubicati nel reader, e molti commenti da parte mia risultano “dispersi”, diciamo così.

Grazie per l’attenzione!

Paola.